Nuova antologia

Voorkant
Direzione della Nuova Antologia, 1884

Vanuit het boek

Geselecteerde pagina's

Overige edities - Alles bekijken

Veelvoorkomende woorden en zinsdelen

Populaire passages

Pagina 17 - Majesté, d'un pot de chambre, et d'une lampe que je renverse ordinairement sur mes habits : cela est trop grotesque. Jamais le roi ne se lèverait si je n'allais tirer son rideau, et ce serait un sacrilège si une autre que moi entrait dans la chambre de la reine quand ils sont au lit.
Pagina 16 - Dites-lui, je vous supplie, que c'est moi qui ai l'honneur de prendre la robe de chambre du roi d'Espagne lorsqu'il se met au lit, et de la lui donner avec ses pantoufles quand il se lève.
Pagina 609 - Elle avait pris ce pli dans son âge enfantin De venir dans ma chambre un peu chaque matin. Je l'attendais ainsi qu'un rayon qu'on espère; Elle entrait, et disait : Bonjour, mon petit père! Prenait ma plume, ouvrait mes livres, s'asseyait. Sur mon lit, dérangeait mes papiers, et riait, Puis soudain s'en allait comme un oiseau qui passe. Alors, je reprenais, la tête un peu moins lasse, Mon œuvre interrompue, et, tout en écrivant, Parmi mes manuscrits je rencontrais souvent Quelque...
Pagina 401 - ... positivismo, alla gretta realità dell'oggi, cose tutte che perpetuano e perpetueranno, temo, pur troppo per lunghi anni il vergognosissimo nostro stato. Se dunque non avessi speranza che il mio lavoro su Foscolo giovasse in qualche parte al rinascimento di questo culto ch'io invoco a ciò ch'io chiamo Poesia e agli ingegni che ne furono e sono sacerdoti, tacerei. Dubitate adunque dell'ingegno mio, ma non delle mie intenzioni: mi resteranno, sole e impotenti, ma pure sino all'ultimo de
Pagina 89 - ... i capelli rialzati sulla testa per non aver fastidio, sulla, nuca , le maniche rimboccate per poter trasmettere più facilmente: accanto a lei, Giulietta Scarano aveva appena appena il tempo di registrare i dispacci. Maria Morrà sedeva sull'alto seggiolone, anche lei, alla linea di Bari: un ciuffo di capelli le scendeva sopra un occhio, aveva una macchia d'inchiostro azzurro sul mento, il goletto sbottonato perché si sentiva soffocare, due macchie rosse sui pomelli: ogni tanto, Etnma Torelli...
Pagina 93 - ... di rame, un po' d'acido solforico, un po' di zinco fanno sviluppare, il fluido fortissimo che niuno ha ancora spiegato, - la grande efficienza naturale, inesplicabile e grande come il calore, come la luce, - la corrente elettrica, forza, volontà, pensiero, era ammalata, attaccata nella sua forza e nella sua potenza. La torcevano per dolore, certe convulsioni strane, per cui le macchine parea dovessero spezzarsi sotto il suo impeto: essa batteva, batteva sul metallo certi colpi duri, secchi,...
Pagina 609 - Bonjour, mon petit père! Prenait ma plume, ouvrait mes livres, s'asseyait Sur mon lit, dérangeait mes papiers, et riait, Puis soudain s'en allait comme un oiseau qui passe. Alors, je reprenais, la tête un peu moins lasse, Mon œuvre interrompue, et, tout en écrivant, Parmi mes manuscrits je rencontrais souvent Quelque arabesque folle et qu'elle avait tracée, Et mainte page blanche entre ses mains froissée, Où, je ne sais comment, venaient mes plus doux vers.
Pagina 87 - Morra : sarebbero venute dalle sette del mattino a mezzanotte, chiedevano due ore per andare a pranzo. E così tutte le altre, di ambedue i turni, senza eccezioni, salirono di offerta in offerta,, sino a che l'ultima, Caterina Borrelli, scrisse col suo grosso carattere storto, questa dedizione completa : sono a disposizione della direzione. Ma sotto queste ultime parole fu attaccato un pezzettino di lettera : Maria Vitale scriveva da casa sua, dal letto, dove la bronchite l'aveva gettata per la terza...
Pagina 92 - Le più prudenti, appena entrate, si cambiavano gli stivaletti, mettendone un paio di vecchi, che conservavano nell'armadietto : ma alla fine dell'orario, era difficile calzare nuovamente quelli che l'umidità aveva fatto restringere. Da che erano venute le pioggie, la colazione di quelle che potevano spendere, non era più composta della granita di limone che si risolveva in un liquido acidulo e verdastro, in cui s'intingeva...
Pagina 397 - Voi prima. Ma le persecuzioni che mi cacciarono di Svizzera ed altri casi sviarono allora il pensiero; oggi ch' io mi trovo a due passi dalla sepoltura di Foscolo e fra gente che può somministrarmi notizie intorno a' suoi ultimi anni, rivive, e vi scrivo. Se credete, Signora, ch'io possa, senza danno della fama di Ugo, tentarne la vita, e se non isdegnate essermi cortese d'aiuto in questo disegno, io ve ne sarò riconoscente per lui, per me, pel nostro paese. Del come lascerò arbitra voi medesima....

Bibliografische gegevens